mercoledì 27 ottobre 2010

SCATOLE CINESI A LUCCA

Annunciaziò, annunciaziò!
Mi chiama Lucciola e mi dice: " abbiamo ritirato le copie in tipografia, tutto ok... "
Bene, se siete tra quelli che come me hanno deciso di impazzire nella bolgia di Lucca Comics questo weekend...troverete la vostra copia di " China Box With Topor " al banchetto di Lamette al popolarissimo prezzo di 2euri!
Non posso star qui a parlar bene di questo mio albetto monografico ( sarebbe di cattivo gusto autoelogiarmi ), però, posso parlar benissimo di Rocco e Simone di LAMETTE che mi hanno affidato il duro compito di fumettarillustrare un vecchio racconto di Topor e che hanno sopportato la mia pazzia e la mia pignoleria in chiusura del lavoro.
Sopra la copertina, qui sotto due rughe mie che troverete nella terza di copertina...
Mio fratello, il maggiore, aveva predetto la morte di Raimondo Vianello più di dieci anni fa…
Era il suo cavallo di battaglia, un po’ come giocare un numero ritardatario al lotto.
Ogni anno diceva “Ho una visione, entro dicembre Vianello morirà”.
Non c’ha mai preso, in un decennio è stato fregato da tutta una serie di personaggi celebri morti prima di lui: il Papa, Pavarotti… e ultimo grande smacco Mike Bongiorno, il più atletico!
Il più insospettabile!
Ovviamente, qualche mese fa, alla notizia della morte di Raimondo ha tentato di pavoneggiarsi dei suoi poteri divinatori… ma con scarso successo…
Lo stesso motivo del vincere facile mi ha spinto un anno e mezzo fa, dopo aver conosciuto Rocco e Simone, a dirmi “Entro un anno pubblicherò un albo con Lamette”.
Caro fratello mio, ti ho battuto...
L’incontro con il duo più punk del fumetto italiano è avvenuto durante una surreale riunione nella dimora di un personaggio fondamentale di una certa editoria italiana sorta e insorta negli ultimi 30 anni; in quell’occasione, durante la cena, Simone tenne un interminabile monologo su di una ragazza problematica ed il suo esser stata circuita da dei fondamentalisti religiosi, monologo che terminò senza alcuna morale della storia ma con un apprezzamento sessuale nei riguardi della ragazza in questione; Rocco seguiva il delirio e sorrideva imbarazzato come una mamma durante la recita di fine anno del figlio impacciato.
Ci siamo piaciuti, prima come persone e poi apprezzati per il nostro lavoro.
Tant’è che nei mesi a seguire le nostre strade si son incrociate più volte in differenti progetti.
Oggi ci incrociamo in questo progetto; il padrone di casa della sopracitata riunione era un amico personale di Topor… questo a dimostrazione del fatto che il nostro è un settore talmente piccolo e noi siamo talmente pochi da dover persino far attenzione a non innamorarci della persona sbagliata per non far un torto a nessuno…
Carissimo fratello, lascia perdere la Montalcini, ti do una dritta: tieni d’occhio Pippo Baudo, ho un certo presentimento…

6 commenti:

MagaMagira ha detto...

a me le scatole cinesi son piaciute proprio. gli speis invaders e le albicocche aggiungono alle viscere di topor il buon ultrasapor di marcio cirofanellesco. peccato finisca troppo presto. ancora, ancora!

pornonichilista ha detto...

Cara mia, le pagine eran quelle...
e son contento che hai apprezzato.
Però "albicocche e papaveri" va avanti, non era un semplice pretesto narrativo.
Sienti, il 20 qua facciam la festa di sto libriciuino e anche un microevento gilette, ci sei? ci sei? ci sei?

MagaMagira ha detto...

bello!
son a Bruxelles fino al 18 e poi...
può pure starci un salto dalle vostre parti anche se non prometto niente...lo sai che io non ce l'ho la pazienza di mamma sara! se non riusciam a venire, vi apettiamo il 17 dicembre...preparate le bestie!!

rocco lombardi ha detto...

ciro ciruzzo vediamo tutte ste albicocche che marmellata produrranno...

pornonichilista ha detto...

intanto oggi ho fatto l'oliva...pettinare le fronde di un albero ha un che di ridicolo...

Eta ha detto...

Ero tra quelli che avevano deciso di impazzire nella bolgia lucchese e avevo il culo di avere Cultura Elettronica come vicino di stand, così una copia dell'albetto l'ho mangiata anche io.
Spacchi sempre.

Un saluto virtuale e un po' di bava sui tuoi disegni.